Questo sito usa cookie di sessione tecnici, funzionali alle attività del sito; questi cookie vengono cancellati al termine della sessione di lavoro. I cookie possono essere sia propri sia di terze parti. Questo sito usa anche cookie persistenti per monitorare l'attività del sito e dell'utente all'interno del sito stesso, ma sempre in forma anonima. I cookie possono essere sia propri sia di terze parti. Questo sito NON usa cookies di profilazione (propri o di terzi fornitori) per inviare pubblicità in linea con le preferenze dell'utente o attivare altre attività di direct marketing. Ti consgliamo di accettare l'uso dei cookie cliccando su Acconsento: così facendo, permetti la registrazione dei cookie sul tuo computer. Puoi impedire la registrazione dei cookie sul tuo computer, cliccando su Nego. In questo caso, è possibile che si ferifichino malfunzionamenti del sito. Cliccando sul link della policy sui cookie potrai accedere all'informativa estesa, che riporta: la spiegazione di che cosa sono i cookie il dettaglio sui cookie usati da questo sito le istruzioni eliminare selettivamente ogni cookie Se prosegui la navigazione senza esprimere il consenso, nessun cookie sarà registrato, ma saranno possibili malfunzionamenti.

 

       ⓕ Agrinido - Agrinfanzia segreteria@asilorattiwelcher.it   

   Tel. 02.4521986   

UNA STAGIONE TIRA L'ALTRA: DALL'ORTO AL PIATTO E OLTRE ...

 

Negli anni, la Scuola Materna Clotilde Ratti Welcher, ha costruito una progettualità specifica nell’ambito nutrizionale ed alimentare, che rispecchiasse la propria impostazione “agri” ed in linea con uno stile di vita sano, rispettoso della persona e dell’ambiente; diverse sono quindi le iniziative nell’ambito dell’educazione agroalimentare:

Grazie all’opportunità offerta da Ersaf – Regione Lombardia, da maggio a novembre 2023 la Ratti realizza il progetto "UNA STAGIONE TIRA L'ALTRA: DALL'ORTO AL PIATTO E OLTRE..."

Ciò che mangiamo e come ci alimentiamo hanno ricadute fondamentali rispetto alla qualità della vita delle persone e del pianeta sotto diversi punti di vista:

- della salute della persona,

- del rispetto per l’ambiente,

- culturale (all’incrocio fra identità ed integrazione),

- relazionale e simbolico (legato all’attaccamento e alla socializzazione).

Una sana alimentazione è quindi un percorso di vita concreto che si costruisce fin dalla prima infanzia.

Eppure, oggi, anche nutrirsi rischia di diventare un atto di puro consumo, frettoloso, superficiale e soggetto ad un susseguirsi rapido di mode: di fronte alle novità alimentari, spesso comode e veloci, proposte dal mercato globale e dalle aziende della grande distribuzione, in pochi pensano alle conseguenze sulla salute, sull’ambiente o sulla omologazione delle culture. Una delle conseguenze, rilevata nell’ultimo aggiornamento delle Linee Guida del Ministero della Salute, è che l’Italia risulta il Paese Europeo con la più alta prevalenza di bambini sovrappeso e obesi.

Il presente progetto, a partire da un lavoro con i bambini iscritti all’Agrinido e all’Agrinfanzia, e le rispettive famiglie (aprendo però anche alle altre famiglie del territorio con bambini in età prescolare), si pone i seguenti obiettivi:

1) favorire comportamenti alimentari equilibrati nei più piccoli e favorire significativi cambiamenti dello stile alimentare negli adulti;

2) promuovere uno stile di vita attiva, poco sedentario e il più possibile all’aria aperta evidenziando la funzione del cibo come fonte di energia per la persona. E’ dimostrato che i bambini che si mantengono attivi nel periodo della crescita avranno da adulti uno scheletro più robusto e da anziani saranno soggetti più difficilmente ad osteoporosi;

3) contribuire ad una maggiore sicurezza alimentare agendo sulla consapevolezza e sull’informazione delle famiglie;

4) incentivare la lotta agli sprechi, la riduzione dei rifiuti alimentari e la loro corretta gestione e il risparmio di energia relativo alla preparazione e conservazione del cibo.

Risultati del progetto sono stati:

- lo sviluppo, nei più piccoli, di un corretto rapporto con la natura e del gusto per una sana alimentazione e, negli adulti, atteggiamenti alimentari e di cucina rispettosi, consapevoli e sostenibili per il benessere delle propria famiglia e per il pianeta.

- Grazie al lavoro diretto nell’orto della scuola, è maturata nei bimbi (e negli adulti di riferimento) la consapevolezza rispetto alla stagionalità degli ortaggi e il significato che questi possono avere sul proprio benessere e sul rispetto per il territorio, essendo consci che gli ortaggi di stagione crescono in campo aperto o in condizione di non consumare energia aggiuntiva.

- l’esperienza/conoscenza dei fondamenti della produzione con metodi biologici, non inquinanti nè aggressivi per la natura.

- l’acquisizione di nuove competenze rispetto alla provenienza/origine degli alimenti e alla loro trasformazione per ottenere gli ingredienti che abitualmente si consumano, avendo attenzione al minore spreco possibile.

Le attività del progetto sono illustrate nella presentazione ed è possibile scaricare il GIOCALENDARIO 2024: dai percorsi laboratoriali sono stati selezionati e tratti 12 alimenti (rappresentativi di ciascuno dei 5 colori del benessere) a ognuno dei quali è stato associato un gioco, una ricetta, il personaggio di una storia, una filastrocca, una canzone o altri elementi utili per giocare e fare esperienze con i bambini. Grazie al GIOCALENDARIO 2024, i bambini potranno ripercorrere in famiglia, mese dopo mese, le esperienze fatte consolidando nel tempo quanto appreso.

Ringraziamo Ersaf – Regione Lombardia per reso possibile, partecipato e contribuito a questo bellissimo progetto!